Comune di Caserta

Eremo di San Vitaliano

Logo Comune di Caserta

Notizie correlate

Eventi correlati

Dal 27-12-2014
al 28-12-2014
Luogo: P.zza IV Novembre - Caserta
Dal 26-12-2014
al 28-12-2014
Luogo: Borgo Vaccheria di Caserta
Dal 13-12-2014
al 13-12-2014
Luogo: Briano Caserta Chiesa di San Vincenzo
Dal 06-01-2014
al 06-01-2014
Luogo: Caserta, Piazza Carlo III - ore 12.00
Dal 02-01-2014
al 02-01-2014
Luogo: Chiesa San Ferdinando Re - Belvedere San Leucio - ore 20.00
Dal 30-12-2013
al 30-12-2013
Luogo: Caserta, Chiesa del Buon Pastore - ore 20.00
Dal 27-12-2013
al 27-12-2013
Luogo: Caserta, Cattedrale del Duomo - ore 20.00
Dal 23-12-2013
al 23-12-2013
Luogo: Chiesa di Parco Acquaviva - ore 20.00
Dal 20-12-2013
al 20-12-2013
Luogo: Caserta, Cattedrale del Duomo - ore 20.00
Dal 16-12-2013
al 16-12-2013
Luogo: Caserta, Chiesa 167 - ore 20.00
Dal 13-12-2013
al 13-12-2013
Luogo: Caserta, Cattedrale del Duomo - ore 20.00
Dal 09-12-2013
al 09-12-2013
Luogo: Caserta, Chiesa di S. Anna - ore 20.00
Dal 08-12-2013
al 08-12-2013
Luogo: Caserta, Piazza Carlo III - ore 12.00
Dal 20-12-2014
Luogo: Cdentro Storico della Città di Caserta
Dal 20-12-2014
Luogo: Belvedere di San Leucio Caserta
Dal 21-12-2014
Luogo: Corso Trieste caserta
Dal 21-12-2014
Luogo: Chiesa di San Ferdinando Caserta
Dal 21-12-2014
Luogo: Duomo di Casertavecchia
Dal 22-12-2014
Luogo: Via del Redentore Caserta
Dal 27-12-2014
Luogo: P.zza G.Amico Caserta
Dal 04-01-2015
Luogo: San Leucio Caserta "Al Vedere la Stella"

Immagini correlate

Filanda
Complesso del Belvedere di San Leucio
Belvedere di San leucio
Cattedarale di casertavecchia
Eremo di San Vitaliano
Home Page » Vivere Caserta » Da visitare » Eremo di San Vitaliano
Immagini

 

L'Eremo di San Vitaliano

eremo 1
Le poche e frammentarie notizie sulla vita di San Vitaliano ci permettono di ricostruirla a grandi linee. San Vitaliano nacque nell'antica Capua (l'attuale santa Maria Capua Vetere) nel secolo VIII. Fu consacrato vescovo della sua città per le sue qualita' ed i suoi costumi e svolse questa missione con grande umiltà' e devozione. Nonostante ciò' fu avversato da uomini malvagi che tramarono contro di lui e durante la celebrazione di una funzione notturna lo accusarono di immoralità. San Vitaliano, amareggiato andò via da Capua dirigendosi verso Roma.Vitaliano, protestando la propria innocenza, si liberò subito dell'abito e abbandonò la diocesi dirigendosi immediatamente verso Roma, presso il Papa. Ma i suoi nemici lo inseguirono e, raggiuntolo in riva al mare presso l'antica Sinuessa, lo chiusero in un sacco di cuoio e lo gettarono tra le onde. Grazie alla protezione divina il Santo raggiunse Ostia, dove venne liberato dal sacco, sano e salvo. Qui si trattenne per circa sette mesi. Durante la sua assenza la città di Capua fu colpita da carestie, malattie e grandi siccità ed i capuani compresero di essere incorsi nella punizione del Signore per quanto avevano fatto al santo. Non esitarono, pertanto, a cercarlo per farsi perdonare. San vitaliano ritorno' a capua ed impetro' la grazia della pioggia che cadde copiosa.san vitaliano

Rifiutò però l’episcopato per ritirarsi a vita eremitica in un luogo dell’ antica Caserta chiamato allora "Mliarum". Quì trascorse alcuni anni compiendo molti miracoli. Negli ultimi anni  della sua vita il santo si ritirò sul monte Virgilio Montevergine San Vitaliano da Capua (... – Montevergine, 16 luglio 699) dove si narrra che fu il frondatore del famoso l Santuario di Montevergine e dove morì forse il 16 luglio dei primi anni dell'800. Iil suo sepolcro divenne meta di pellegrinaggi e devozioni. Ma poi cadde in rovina perchè i il luogo divenne disabitato a seguito di incursioni saracene. Successivamente, ritrovato dai pastori, fu portato nel eremo 2

monastero di montevergine e, nel 1120,  trasferito da Papa Callisto II nel Duomo di Catanzaro di cui e attualmente protettore. In  una data anteriore al 716 (o nel 914) il suo corpo sarebbe stato spostato da Monte Vergine a Benevento a causa delle incursioni saracene a cura del vescovo di Benevento Giovanni V. Il 27 ottobre 1121, in occasione del trasferimento da Taverna a Catanzaro del vescovado, Papa Callisto II ne fece traslare le reliquie in quest'ultima città. Un equivoco sorto all'epoca affermava, confondendo questo santo con l'omonimo San Vitaliano di Osimo, anch'egli vescovo, che le spoglie si trovassero in quest'ultima città. In seguito, nel 1311, fu edificata a cura del conte di Catanzaro Pietro Ruffo, presso la cattedrale cittadina, una cappella ad esso dedicata in cui ne furono riposti i resti. Nel 1583, andata in rovina questa cappella, fu effettuata dal vescovo Nicolò Orazio la ricognizione delle spoglie poi conservate in una cassetta foderata di velluto. La tradizione vuole che dal suo sepolcro sia trasudata la manna. Oggi la devozione del santo è diffusa nella citta' di Sparanise, Capua, nel nolano , nelle province di Benevento ed Avellino e, naturalmente a Casola e nel quartiere di Casertavecchia.

 

 

eremo 3

Riguardo l'Eremo, l’ultimo restauro iniziato nel 2001 ad opera del parroco di Casola ha ripristinato la copertura a capriata , tipica dell’alto medioevo. Di particolare rilievo il campanile che, con il suo stile sobrio conferisce eleganza al complesso
Sito Ufficiale

.

Caserta Social

- Inizio della pagina -

Città di Caserta | Official Site

Piazza Vanvitelli - 81100 Caserta - Centralino: 0823.273289 / 0823.273290 - P. IVA 00100110618 - CF 80002210617 - IBAN IT55O0538714900000001425687

Il portale del Comune di Caserta è un progetto realizzato da Internet Soluzioni con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework

Responsabile del Procedimento di pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - Contatta il Comune

Il progetto Comune di Caserta è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it